artis: a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9

lirik lagu 1984 – salmo

Loading...

1984
vengo al mondo d’estate
dio mi parla nel sonno
mi dice “scusi quanto state?”
ho il permesso di soggiorno
sono nuovo da queste parti
parto ma non so se torno
non stare sveglio ad aspettarmi

questo è l’anno dei miracoli
craxi mangia coi tentacoli
muore e perde in guerra e maradona è al napoli
io sempre col pallone in mano 7su7
piedi nudi sull’asfalto tra le vie strette
l’anno in cui la apple prova il primo mac
cristal bowl, cristal meth
ballo sulle croci tipo cristotech
cozze crude col limone
dinastia di pescatori
mio padre non fa il b-ttafuori ma ti pesta fuori
rinchiusi dentro al bunker a fumarle tutte
niente router, no computer, pezzi di ricambio per gli scooter
fermo il tempo che scorre, dunque il sole risorge, soffio sull’occhio di george orwell
i primi drink fast hill, io solo film sui mostri
le prime donne stuprate da bill cosby
cresco in fretta, parlo poco, sembro autistico
l’arte è cibo per la mente, frequento l’artistico
e se il treno p-sserà una volta sola sarò di parola
dopo scuola lascerò il mio nome sopra con il viola
e tu che aspetti in coda e guardi la firma se cola
mi hai visto nascere e morire per rifarlo ancora
olbia city, motorino sempre in due
poi la vita è diventata più veloce, ognuno per le sue
è una gara senza freni, non ci sono premi
dove cazzo vai se non sai da dove vieni

rit

no-me, no-me, no-me

ora tutti sanno il no-me, no-me, no-me
ora tutti sanno il nome, nome, nome
ora tutti sanno il nome, nome, nome
s-a-l-m-o