lirikcinta.com
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

lirik lagu dietro le tende – neverbh

Loading...

[testo di “dietro le tende”]

[strofa 1]
fuori tutto quanto crolla
compresa la colla che tiene uniti noi due
ed è come una foto
ma quelli felici non siamo quei due
dici che è difficile però è fattibile
quindi proviamoci adesso
temi che con l’indice ti possa spingere
ma voglio stringerti al petto
vedi, indico il cielo che specchia
il terreno in un mare di nebbia
tu mi vedi sereno ma dentro
ho le nuvole fino alla testa
sto un po’ meglio ma almeno
confido che lascerai i sogni qua sotto al cuscino
che c’ho l’asma ed il fumo passivo
e che forse con loro mi torna il respiro

[pre*ritornello]
i fiori che colgo stasera
sono dei petali che ora conservo
nascono in primavera sboccian d’estate
ma crescono prima in inverno
lei che si stende sul letto vuoto senza coperte
vedo del fuoco dietro le tende
forse è il tramonto ma in realtà giuro non lo so
[ritornello]
non so, ho affittato i ricordi ma ho ancora il più bello
non so, perchè fuori ora piove ma ho rotto l’ombrello
non ho, fogli bianchi e quaderni se scrivo da dentro
e ti mando una storia che spero ti atterri nel letto

[strofa 1]
con la testa contro al finestrino
il paesaggio mi sfugge vicino
e ho capito col tempo
che questi ricordi si mischiano al vino
camminerò per, queste pianure
sognando che torni ma resterò fermo
in queste lagune a coprire ferite e crateri profondi
quei giorni, che non tornano mai
guidando la notte non sento le mani
col freddo che chiede permesso
poi incrocio gli sguardi ma questi non sembrano umani
c’è la pioggia che batte sul vetro
c’ho i colori per un cielo tetro
hai le chiavi per aprirmi il cuore ma resti comunque lontana ad un 1 metro

[pre*ritornello]
i fiori che colgo stasera
sono dei petali che ora conservo
nascono in primavera sboccian d’estate
ma crescono prima in inverno
lei che si stende sul letto vuoto senza coperte
vedo del fuoco dietro le tende
forse è il tramonto ma in realtà giuro non lo so
[ritornello]
non so, ho affittato i ricordi ma ho ancora il più bello
non so, perchè fuori ora piove ma ho rotto l’ombrello
non ho, fogli bianchi e quaderni se scrivo da dentro
e ti mando una storia che spero ti atterri nel letto