lirikcinta.com
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

lirik lagu 03.09.09 – nocivo regaz

Loading...

oggi il cielo è sereno, azzurro limpido
luce che splende
spero che dio non faccia il simpatico
e stacchi la corrente
da quel 3 di settembre
gli anni p-ssati sono quasi 10
ma ti sento in ogni fruscìo, non è un addio
ma un arrivederci
frate devi scusarmi
se spesso non vengo a trovarti
mi piace pensare ancora di incontrarti
mentre faccio una p-sseggiata in giro
tu fammi un altro sorriso
che mi stacco dall’asfalto, e faccio un salto
così alto che arrivo
fino a prenderti l-ssù in paradiso
petto a petto all’asilo
col culo sopra ad un triciclo
a 17 anni ogni giorno
cambiavamo ogni sogno di continuo
sentirsi i padroni del mondo
a bordo di quel motorino
non ci sarai al mio matrimonio
e mio figlio non giocherà mai con tuo figlio
ma dopo 7 anni ho festeggiato
un compleanno davvero
prima vivevo al mare
adesso ci vado di meno
battimi il cinque, non è uno scherzo
apri un varco nel cielo
che entro dietro le quinte e rubo un pezzo
d’arcobaleno

sempre qua, sempre davanti ad
un microfono, frate

qua in giro semo sempre gli stessi
gli stessi stronzi, ancora noi

sara, l’ex tua, c’ha 2 regazzini adesso
uno c’ha lo stesso nome mio

sempre più forte, frate
ancora più forte, frate

nello stomaco ho stormi di corvi
qua non ci trovi mica le farfalle
tutti i giorni cerco le giuste parole
ma ancora non capisco dove trovarle
vedi, dal 2009
qua sono successe così tante cose
che purtroppo devo parlarti veloce
perchè ho poco tempo per raccontarle
io che al funerale stavo ad occhi chiusi
sperando di sentire la tua energia
ti abbiamo fatto quel concerto speciale
dopo un anno che te ne sei andato via
io il m-ssimo che posso fare è scrivere
sperando che mi ascolti da qualche parte
mi sorridevi da un letto d’ospedale
e adesso da un letto di nuvole bianche
amico mio
ti racconto quello un po’
quello che succede da queste parti
tanti non li ho più visti
ma posso dirti che vittorio sta per sposarsi
patrizio, agostino, luca, lincio e alessio
ancora adesso li becco spesso in piazza
ho visto eminem a parigi con panna
e pensa che giulia è diventata mamma
lucia s’è lasciata con carlo
e un altro l’ha portata all’altare
raffaele invece adesso fa il militare
alessio è tornato da un tunnel letale
io stavo in un gruppo tipo linkin park
che era pure la tua band preferita
facevamo rock, metal e rap
poi la magia è finita
io continuo a deludere i miei
senza lavoro, nè niente
ormai ce n’ho 26
e ancora gioco a fare il rapper
sarò un po’ troppo sensibile
ma ogni tanto mi tocchi la spalla
tu continui a esistere, ridere e vivere
negli occhi di sara

pensa che ‘na volta me so pure innamorato
so andato all’università pe lei

io e francesco adesso sonamo -ssieme
‘namo in giro

e questo è solo un arrivederci
fino a quando non ci rivedremo
dall’altra parte

sempre più forte, frate
ancora più forte, frate