lirikcinta.com
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

lirik lagu lucciole – nordicamente

Loading...

rime precise
come le puntine di un vinile
correvamo a piedi nudi sopra le colline
non esisteva nessun margine e confine
e per merenda patatine e bibite sulle panchine
e dopo scuola, al posto delle siga le schedine
compravamo goleador e caramelle frizzantine
e giocavamo a calcio sporchi di fango nel mio cortile
c’era chi faceva goal, chi il guardalinee
al coprifuoco mi avviavo da solo
ma dodo, omi e fidel abitavano in case vicine
avevamo tanta immagin*z*one
ma la provincia non ti lascia alternative
e giravamo fino quando faceva mattina
noi oramai fratelli, colazione da bonelli
cercavamo identificazione tra noi stessi
e per fortuna non ci siamo persi
e sognavamo ad occhi aperti
sui muretti, discorsi da esperti
cercavamo in tutti i modi di essere diversi
e facevamo a gara a chi parlava in modi più complessi
ma eravamo così belli quando eravamo noi stessi
corri alla fermata, non importa se non c’hai il biglietto
che il controllore qua passa una volta su cento
stesi a giardinetti, contemplando il cielo in silenzio
mi batte così forte il cuore, che si sente anche nel vento

passa il tempo ma non passano i ricordi
le prime sbronze, gli amori non corrisposti
stasera siamo in equilibrio sulle cupole
e sti lampioni mi sembrano lucciole
passa il tempo vola come un aquilone
passano le sbronze, ma non passa il primo amore
questa sera c’ho la testa tra le nuvole
e sti lampioni da qua sopra sono lucciole

ti accorgi quando ormai sei quasi adulto
che la città che ti ha cresciuto sta in un pugno
che via palestro è deprimente quanto è bella
e che l’hotel la serra è un culto
la mia eporedia, quella con il lungo dora
che non è i navigli ne trastevere, ma che cazzo ci importa
quella delle birre spillate da stefano il barista
e poi delle stronzate raccontate dopo la quinta pinta
francesco e cato, mi dicono che impe è già arrivato
mentre io sono in ritardo come sempre
salgo al volo sulla mia punto, arrivo a banchette
c’è il sole che scende sulla bella dormiente

passa il tempo ma non passano i ricordi
le prime sbronze, gli amori non corrisposti
stasera siamo in equilibrio sulle cupole
e sti lampioni mi sembrano lucciole
passa il tempo vola come un aquilone
passano le sbronze, ma non passa il primo amore
questa sera c’ho la testa tra le nuvole
e sti lampioni da qua sopra sono lucciole

passa il tempo ma non passano i ricordi
le prime sbronze, gli amori non corrisposti
stasera siamo in equilibrio sulle cupole
e sti lampioni mi sembrano lucciole
passa il tempo vola come un aquilone
passano le sbronze, ma non passa il primo amore
e questa sera c’ho la testa tra le nuvole
e sti lampioni da qua sopra sono lucciole

e questa sera c’ho la testa tra le nuvole
e sti lampioni da qua sopra sono lucciole

e questa sera c’ho la testa tra le nuvole
e sti lampioni da qua sopra sono lucciole