lirikcinta.com
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

lirik lagu non sono un pusher, pt.3 – pessimo 17 x sick budd

Loading...

[testo di “non sono un pusher, pt.3”]

[strofa 1: pessimo 17]
sveglia a mezzogiorno, sarà un grande sabato (seh)
‘sti scemi m’hanno già cagato il cazzo, è mezz’ora che chiamano (che cazzo vuoi?)
fotte sega che hai fatto lo straordinario
esco in ciabatte e senza soldi, stavolta ti ammazzo (ti ammazzo)
lo so che sei un lavoratore e che risparmi
ma dovresti ringraziarmi che non paghi ad ore (ad ore)
sei solo l’ennesimo asciugone
che c’ha un figlio e mille sbatti di cui non mi fotte (seh)
[pre*ritornello 1: pessimo 17]
c’è il tuo amico che è il cugino del cugino di qualcuno che conta
fa proposte d’affari, dice si svolta, ma che cazzo m’importa?
non sei protetto, siamo pari
e nessuno mi dirà “no” quando dovrò picchiarti

[ritornello: pessimo 17]
da giove’ a sabato la tirano pеr festeggiare
da domеnica fumano per disperazione (disperazione)
domenica è solo la tua disperazione (la tua disperazione)
non sono un pusher, ma piuttosto il tuo benefattore
non sono un pusher, sono il tuo benefattore (seh)
non sono un pusher, sono il tuo benefattore (benefattore)
non sono un pusher, sono io, sono, ah, il tuo amico migliore (il tuo amico migliore)

[strofa 2: pessimo 17]
questo coglione qua fa l’uni, pensa di sapere tutto lui (seh)
voglio un pretesto per sp*ccarlo e abbandonarlo nei vicoli bui
che poi la gente di cultura un po’ mi piace
ma, se non studi il rispetto, ti mancherà la base
quando la tira, piange (piange), se non la tira, piange (piange)
la tua sofferenza, bimba, proprio non mi tange (zero)
dici che hai letto un po’ di questo, un po’ di quello
e mo stai qui come un balordo qualunque, friggi il cervello (friggi il cervello)
poi viene il turno dell’*n*lfabeta
ne ho quattro in mano, aspetto in auto che scenda (seh)
di giorno in quartiere pensa a stasera, fra’
‘sti manovali hanno lo sballo nel dna
[pre*ritornello 2: pessimo 17]
c’è quello povero e quello ricco (quello ricco)
quello infame, quello sbirro (quello sbirro)
l’importante è che non parli, meglio resti zitto
non lo so qua tra me e te chi è che fa più schifo

[ritornello: pessimo 17]
da giove’ a sabato la tirano per festeggiare
da domenica fumano per disperazione (disperazione)
domenica è solo la tua disperazione (la tua disperazione)
non sono un pusher, ma piuttosto il tuo benefattore
non sono un pusher, sono il tuo benefattore (seh)
non sono un pusher, sono il tuo benefattore (benefattore)
non sono un pusher, sono io, sono, ah, il tuo amico migliore (il tuo amico migliore)